The Sound of: Dunkrk - Audiophonic Magazine

Christopher Nolan rinnova la collaborazione con Hans Zimmer e confeziona un altro ottimo risultato con questa narrazione intensa sulla battaglia di Dunkirk (o Dunkerque), che si svolse tra il 26 maggio ed il 4 giugno 1940 durante la campagna di Francia operata dalla Germania nazista. Dopo aver sconfitto le formazioni francesi a nord della Francia le forze corazzate tedesche avanzarono rapidamente verso ovest raggiungendo già il 20 maggio le coste della Manica, tagliando fuori in Belgio e nel nord della Francia l’intera armata alleata formata da francesi e inglesi (400.000 soldati) che fu così obbligata a ripiegare verso le coste della Manica e a fuggire via mare attraverso il porto della cittadina di Dunkirk.

Il film si sofferma sui momenti di attesa delle truppe alleate durante l’evacuazione, incalzate dai raid tedeschi via aerea. La colonna sonora contribuisce ad aumentare questo senso di timore e attesa spasmodica grazie alle scelte stilistiche di Zimmer, che si affida all’ormai testato “effetto Shepard” o Shepard Tone.

Shepard Tones spectrum linear scale.png
By GrinOwn work, GPL, Link

Questo effetto consiste nell’eseguire una scala con toni di diverse altezze, o meglio diverse ottave, che variano di intensità.
Un esempio pratico è dato da una scala ascendente in 3 ottave diverse, dove l’ottava più alta diminuisce di intensità, quella centrale resta costante e quella più bassa aumenta di volume. Tutto questo crea un’illusione per il nostro cervello che crede di sentire una scala crescente all’infinito.

Questo effetto è stato utilizzato molte volte sia nella musica classica, con l’Offerta Musicale di Bach, che in quella moderna, che ad esempio Echoes dei Pink FloydZimmer ripropone, per le scene dei duelli aerei tra gli spitfire inglesi e i … tedeschi, questa tecnica presente anche nella saga de Il Cavaliere Oscuro e The Prestige, che contribuisce ad accentuare il senso di fuga e l’attesa per l’esito del duello tra il bene e il male.

Puoi leggere altri articoli di Alessandro sulla sua pagina facebook e su It’s Only Music

Print Friendly, PDF & Email