Il vero sound su misura - Audiophonic Magazine

Il vero sound “su misura”

La sensazione che si prova tipicamente in discoteca, con il volume assordante, è quella delle vibrazioni percepibili direttamente nel corpo. Tipicamente la cassa è quella che sentiamo nel petto e ci spinge a muoverci a tempo (quello che un nerd intende per “ballare”).
Questa sensazione della “musica addosso” tipica dei luoghi chiusi o dei grandi concerti è sempre stata l’obiettivo non solo del pubblico ma anche di chi produce o suona dal vivo. Nel periodo in cui si sperimenta la realtà virtuale (i visori VR) ecco che si cerca di far “sentire” la musica con altri sensi che non siano solo l’udito.

Subpac è una specie di corpetto da indossare, collegabile ad un lettore mp3, che vibra a seconda della frequenza e dell’intensità del segnale ricevuto. Questa vibrazione rende l’esperienza di ascolto molto più completa, come potrete immaginare, anche se si tratta di un oggetto ingombrante.

Un altro prodotto simile come concetto ma rivolto esclusivamente ai musicisti è Soundbrenner.

Un metronomo indossabile che promette di essere più affidabile rispetto a quello tradizionela (ascoltabile in cuffia) perchè direttamente percepibile sulla pelle.

Probabilmente questi due esempi di “weareble rhythm” non saranno un successo commerciale, certamente sono migliorabili ma il punto è che un nuovo modo di sentire la musica è iniziato, con buona pace dei puristi e degli amanti del vintage.

Puoi leggere altri articoli di Alessandro sulla sua pagina facebook e su It’s Only Music

Print Friendly, PDF & Email